Istituzioni economiche, Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno: cos’è e cosa fa, dal Fondo di Garanzia per le Pmi a Banca Popolare di Bari

Quinta puntata della serie di appuntamenti per spiegare il ruolo di alcune istituzioni economiche italiane, concentrandoci oggi su Mediocredito CentraleBanca del Mezzogiorno (qui la serie di note oltre a quella sullo strumento economico del Fondo di garanzia per le Pmi su questa nuova testata, qui una puntata s, che vuole essere prima di formazione e, poi, di informazione e approfondimento).

Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno S.p.A. è un istituto bancario italiano, partecipato al 100% da Invitalia, che fa capo al Mef, il cui scopo è favorire l’accesso al credito delle PMI e promuovere le politiche a favore della crescita economica.

Viene istituito nel 1952 con la Legge 949/52 emanata dal Governo De Gasperi VI, in forma di ente pubblico denominato Istituto Centrale di Credito a Medio Termine alle Medie e Piccole Imprese. Diretto da Guido Carli fino al 1956, in principio si occupava di sostenere i finanziamenti a tasso agevolato degli istituti regionali di mediocredito per operazioni a favore delle piccole e medie imprese industriali e commerciali.

L’istituto viene trasformato in S.p.A. nel 1993 e 6 anni dopo viene privatizzato e ceduto dal Ministero del Tesoro a Banca di Roma per 3.900 miliardi di lire. Dal 4 agosto 2008 viene ridenominato UniCredit MedioCredito Centrale.

Nel 2009 viene varata la Legge 191, che prevede la nascita di una banca con l’obiettivo di rilanciare il Mezzogiorno attraverso il finanziamento di progetti d’investimento, favorendo la nascita di nuove imprese e l’imprenditorialità giovanile e femminile, nonché promuovendo l’aumento dimensionale e l’internazionalizzazione delle imprese del Sud Italia. Per questo motivo, il 1º agosto 2011 Poste Italiane S.p.A. acquista per 136 milioni di euro il 100% di UniCredit MedioCredito Centrale. L’istituto viene rinominato MedioCredito Centrale – Banca del Mezzogiorno S.p.A. il mese successivo e diventa operativo dal 2 febbraio 2012. Infine, il 7 agosto 2017 Poste Italiane cede ad Invitalia S.p.A. il 100% del capitale sociale della banca per 390 milioni di euro.

In linea con la missione di Banca del Mezzogiorno, Mediocredito Centrale si occupa in prevalenza di finanziare le realtà del Sud Italia. In particolare, l’istituto si occupa di canalizzare il credito verso quei progetti che in prospettiva potrebbero creare occupazione e sviluppo nelle regioni meridionali.

Fino a qualche anno fa l’istituto offriva servizi sia alle imprese che ai cittadini privati, fornendo a questi ultimi una varietà di prodotti che spaziavano dalla cessione del quinto dello stipendio e della pensione al mutuo per la casa. A seguito dell’acquisizione da parte di Invitalia, tuttavia, si è deciso di focalizzarsi sui servizi alle imprese, che comprendono principalmente finanziamenti ipotecari e chirografari a medio e a lungo termine.

Oltre all’attività creditizia, Mediocredito Centrale gestisce due fondi del Ministero dello sviluppo economico: il Fondo di garanzia per le PMI, tramite cui veicola la garanzia statale per favorire la concessione di finanziamenti ad imprese in difficoltà; e il Fondo per la crescita sostenibile, che promuove progetti di ricerca e incentiva l’innovazione in ottica strategica con l’obiettivo di rilanciare la competitività del sistema produttivo italiano.

Attraverso Mediocredito Centrale, Invitalia ha fornito aiuti alle zone terremotate in Emilia Romagna e Amatrice; inoltre si è occupata del finanziamento dei bandi Infratel Italia per la posa delle connessioni a banda larga.

Ultimamente ha operato il salvataggio di Banca Popolare di Bari, che è diventata ora una sua controllata.

Alberto Dal Molin
Alberto Dal Molin
Nato nel Bassanese il 4 luglio 1997 ha conseguito nel 2019 la laurea triennale in Economia e Commercio presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ora frequenta il corso di laurea magistrale in Amministrazione, Finanza e Controllo

Ti Potrebbero interessare anche...
STESSA CATEGORIA

Borsa italiana

Istituzioni economiche. Borsa italiana: la prima borsa valori nacque nel 1600 a Venezia, dal 1800 quella in senso moderno, dal 1998 l’attuale… in vendita

0
Borsa Italiana S.p.A. è la società che gestisce il mercato finanziario italiano, noto come borsa...
Istituzioni economiche: ANPAL

Istituzioni economiche. Anpal, cos’è e cosa fa: dal reddito di cittadinanza all’incrocio tra domanda e offerta di lavoro con l’app “discussa” del presidente Parisi

0
L'ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro) è un organismo di diritto pubblico italiano vigilato dal Ministero del lavoro e...
Istituzioni economiche: Incitalia con i vertici Mattarella e Arcuri

Istituzioni economiche, Invitalia: cos’è e cosa fa l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa

0
Sesta puntata della serie di appuntamenti per spiegare il ruolo di alcune istituzioni economiche italiane,...
Fondo di garanzia per Pmi

Strumenti economici: Fondo di garanzia per le PMI, cos’è e cosa fa

0
Il Fondo di garanzia per le PMI è uno strumento istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico con...
Sace Simest

Le istituzioni economiche, Sace (gruppo CDP): cos’è e cosa fa all’estero per le imprese italiane e nel Paese con Garanzia Italia

0
Quarta puntata della serie di appuntamenti per spiegare il ruolo di alcune istituzioni economiche italiane,...

Ultimi Arrticoli

BTP Futura seconda emissione: tassi cedolari minimi garantiti pari allo 0,35%, 0,60% e all’1%

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica che la serie dei tassi cedolari minimi garantiti della seconda emissione del BTP Futura, che avrà luogo...

Decreto Ristori, Gualtieri: “I primi contributi a fondo perduto erogati in tempi record. Già partiti 211mila bonifici per un valore di un miliardo di...

“In un periodo di difficoltà e di giuste preoccupazioni, possiamo dare una notizia positiva: sono passati soli nove giorni dall’emanazione del primo Decreto Ristori,...

CDP e National Investment and Infrastructure Fund: Memorandum of Understanding per iniziative in India di interesse strategico per il sistema Italia 

Cassa Depositi e Prestiti ha sottoscritto un Memorandum of Understanding con il National Investment and Infrastructure Fund (NIIF), il fondo partecipato dal governo indiano...

Economia circolare, Cdp finanzia progetti da 2,7 miliardi in un anno

Cassa Depositi e prestiti ha finanziato progetti per un valore complessivo di 2,7 miliardi di euro nel primo anno di attività dell’Iniziativa congiunta sull’economia...

Evasione fiscale, nel 2020 recuperati 6,8 miliardi in meno

"A differenza degli anni precedenti, si osserva immediatamente che la stima degli incassi attesi" dall'attività di contrasto dell'evasione fiscale "per il 2020 è sensibilmente...